top of page


La base della salvezza

woman and sunset.tiff

 Poiché siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e questo non viene da voi stessi,
è dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori.
    Efesini 2:8,9

La filosofia della salvezza

     Dopo che qualcuno ha commesso un crimine atroce, vuoi vederli ottenere giustizia ed essere ritenuto responsabile per ciò che ha fatto in un tribunale. Questo perché quello che hanno fatto è molto "sbagliato". Anche se molti non sono d'accordo con ciò che è considerato giusto e ciò che è considerato sbagliato, ma se sei d'accordo che quella persona dovrebbe essere punita per ciò che ha fatto, perché è sbagliato, allora devi ammettere che esiste davvero un "Giusto" e un " Sbagliato", e quindi ora lo spettro esiste. Se hai mai chiesto giustizia, allora devi credere nella "morale", e così inizia il dibattito... Dove inizia la morale e dove si ferma?

 

     Se siamo tutti qui per caso, da un'esplosione di nulla, evoluti da zuppa primordiale, contro tutte le probabilità e le leggi della termodinamica, e siamo arrivati per caso, come un breve blip in una galassia finita, allora il l'universo è arrivato per caso, e così partirà senza che nessuno ne conservi un ricordo. Eppure, all'improvviso, non si tratta più di "Selezione naturale e lotta per la vita" perché secondo l'evoluzione di Darwin siamo tutti solo una questione di casualità, senza una causa significativa o uno scopo reale. Allora perché mai dovrebbe esserci una motivazione per la morale, o anche per la giustizia? A parte il fatto che qualcuno è stato beccato a disturbare la tua esistenza, al di là di ciò che la società ritiene accettabile?  È tutto? Oppure, quello che facciamo conta davvero, anche se nessuno ti ha visto farlo?

 

     Se riesci ad arrivare a un punto in cui ti rendi conto che c'è davvero un giusto e uno sbagliato, anche se nessuno ti ha visto farlo, allora arriva l'inevitabile domanda: "Chi decide cosa è effettivamente ritenuto giusto o sbagliato?" Chi può dire che la morale di Todd sia migliore di quella di Bob? Che dire di "questa" maggioranza, su "quella" minoranza, o viceversa? Non molte maggioranze si sono sbagliate prima? Dire che la morale è soggettiva per l'umanità, è onestamente una filosofia molto povera, e questo perché siamo tutti fallibili, suscettibili alla corruzione, limitati nella memoria e nella conoscenza, e anche a tutte le varie restrizioni del tempo in cui viviamo. Il nostro i giudizi morali lasciati a una semplice persona, oa un gruppo, saranno sempre soggettivi, supponenti e inaffidabili. Non ci siamo messi qui, quindi non siamo noi a decidere quali sono le regole della casa. Lo sono e basta, che si tratti di fisica, chimica, matematica o morale.  Ha senso ragionare sul fatto che la nostra legge morale, proprio come le leggi della fisica, deve provenire da qualcosa di superiore alla creazione, come il creatore, e tutte devono essere al loro posto e saldamente stabilite prima che qualsiasi cosa possa esistere.

 

     Come sottolinea molto accuratamente il libro dei Romani, i nostri peccati non ci furono resi noti, finché non furono date le leggi. Se non ci fossero stati dati, non avremmo mai saputo che stavamo infrangendo alcuna legge. Sono le stesse leggi che ci condannano, nel momento in cui le abbiamo ricevute. Tuttavia, "Certo, il peccato era nel mondo prima che fosse data la legge, ma il peccato non è imputato a conto di nessuno dove non c'è legge". Romani 5:13. Allora da dove vengono queste leggi? C'è un libro che ne registra dieci, dati molto tempo fa, e dice che ci sono stati dati da Dio stesso. Quindi questa morale sarebbe in effetti più alta dei semplici uomini che decidono cosa è giusto o sbagliato, ma ora ci sono altre due domande. Come facciamo a sapere che esiste un Dio?, e come facciamo a sapere che la Bibbia e quei dieci comandamenti provengono in realtà da Dio, e non solo da un uomo o da un gruppo di uomini? Ogni sezione di questo sito Web esamina molte ragioni di ogni tipo per rispondere a queste due domande. Quanto a questa sezione, sarà spesa per semplificare ciò che gli uomini hanno trovato il modo di complicare. Come otteniamo la vita eterna secondo la Bibbia?

     Lo scopo principale dell'intera Bibbia è portarci alla salvezza attraverso la fede in Gesù Cristo. È un dono, che non possiamo fare nulla con l'azione per ricevere, proprio come afferma Efesini Due: Otto-Nove.  Perché è per grazia che siete stati salvati, per fede - e questo non è da voi stessi, è dono di Dio -  non per opere, in modo che nessuno possa vantarsi. La Bibbia ci dà istruzioni molto chiare e di facile comprensione su come ottenere la salvezza. I versi più conosciuti sono questi:

Giovanni 3:16

Perché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo Figlio unigenito,  

perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna.

Romani 10:9-10

Se dichiari con la tua bocca: «Gesù è il Signore» e credi con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti,  sarai salvato.  

  Perché è con il tuo cuore che credi e sei giustificato, ed è con la tua bocca che professi la tua fede e sei salvato.

Una volta che credi, sei salvato e sigillato, non puoi perdere la tua salvezza, mai. Ciò è chiarito da:

Efesini 1:13-14

E anche tu sei stato incluso in Cristo quando hai ascoltato il messaggio di verità, il vangelo della tua salvezza. Quando hai creduto, sei stato segnato in lui con un sigillo , lo Spirito Santo promesso, che è un deposito che garantisce la nostra eredità fino alla redenzione di coloro che sono possedimenti di Dio, a lode della sua gloria.

 

Romani 6:23

Perché il salario del peccato è la morte, ma IL DONO GRATUITO di Dio è la VITA ETERNA  in Cristo Gesù nostro Signore.

 

Romani 11:29

Per I REGALI  e la chiamata di Dio SONO IRREVOCABILI .

O credi a quello che dicono questi versetti, o non lo fai.

È così semplice.

 

     Vorrei iniziare da un ottimo articolo da un meraviglioso sito Web in cui puoi porre qualsiasi domanda sulla Bibbia e ottenere risposte sorprendentemente complete.  

Può un cristiano perdere la salvezza? | GotQuestions.org

     In primo luogo, occorre definire il termine cristiano. Un "cristiano" non è una persona che ha detto una preghiera o ha camminato lungo un corridoio o è cresciuto in una famiglia cristiana. Sebbene ognuna di queste cose possa essere una parte dell'esperienza cristiana, non sono ciò che rende un cristiano. Un cristiano è una persona che ha pienamente confidato in Gesù Cristo come unico Salvatore e quindi possiede lo Spirito Santo ( Giovanni 3:16 ;  Atti 16:31 ;  Efesini 2:8–9 ).

     Quindi, con questa definizione in mente, un cristiano può perdere la salvezza? È una domanda di importanza cruciale. Forse il modo migliore per rispondere è esaminare ciò che la Bibbia dice che accade alla salvezza e studiare cosa comporterebbe la perdita della salvezza:

     Un cristiano è una nuova creazione. “Perciò, se uno è in Cristo, è una nuova creazione; il vecchio è passato, il nuovo è arrivato!” ( 2 Corinzi 5:17 ). Un cristiano non è semplicemente una versione “migliorata” di una persona; un cristiano è una creatura completamente nuova. Egli è “in Cristo”. Perché un cristiano perda la salvezza, la nuova creazione dovrebbe essere distrutta.

     Un cristiano è redento. «Poiché tu sai che non con cose corruttibili, come argento o oro, sei stato riscattato dal vano stile di vita che ti è stato tramandato dai padri, ma con il sangue prezioso di Cristo, agnello senza macchia né difetto» ( 1 Pietro 1:18–19 ). La parola redento si riferisce a un acquisto in corso, a un prezzo pagato. Siamo stati acquistati a costo della morte di Cristo. Affinché un cristiano perda la salvezza, Dio stesso dovrebbe revocare l'acquisto dell'individuo per il quale ha pagato con il sangue prezioso di Cristo.

     Un cristiano è giustificato. «Perciò, poiché siamo stati giustificati mediante la fede, abbiamo pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo» ( Rm 5,1 ). Giustificare è dichiarare giusto. Tutti coloro che ricevono Gesù come Salvatore sono “dichiarati giusti” da Dio. Affinché un cristiano perda la salvezza, Dio dovrebbe tornare sulla Sua Parola e "non dichiarare" ciò che aveva precedentemente dichiarato. Quelli assolti dalla colpa avrebbero dovuto essere processati di nuovo e giudicati colpevoli. Dio avrebbe dovuto ribaltare la sentenza emessa dal banco divino.

     A un cristiano è promessa la vita eterna. «Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia vita eterna» ( Gv 3,16 ). La vita eterna è la promessa di trascorrere per sempre in cielo con Dio. Dio promette: "Credi e avrai la vita eterna". Perché un cristiano perda la salvezza, la vita eterna dovrebbe essere ridefinita. Al cristiano è promesso di vivere per sempre. eterno non significa "eterno"?

     Un cristiano è segnato da Dio e sigillato dallo Spirito. “Anche tu sei stato incluso in Cristo quando hai ascoltato il messaggio della verità, il vangelo della tua salvezza. Quando hai creduto, sei stato segnato in lui con un sigillo, lo Spirito Santo promesso, che è un deposito a garanzia della nostra eredità fino alla redenzione di coloro che sono possedimenti di Dio, a lode della sua gloria» ( Efesini 1,13-14 ). . Nel momento della fede, il nuovo cristiano è segnato e sigillato con lo Spirito, al quale è stato promesso di agire come deposito a garanzia dell'eredità celeste. Il risultato finale è che la gloria di Dio è lodata. Perché un cristiano perda la salvezza, Dio dovrebbe cancellare il marchio, ritirare lo Spirito, annullare il deposito, rompere la sua promessa, revocare la garanzia, mantenere l'eredità, rinunciare alla lode e diminuire la sua gloria.

     A un cristiano è garantita la glorificazione. “Coloro che ha predestinato, li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati, li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati, li ha anche glorificati» ( Romani 8:30 ). Secondo  Romani 5:1 , la giustificazione è nostra nel momento della fede. Secondo  Romani 8:30 , la glorificazione viene con la giustificazione. Tutti coloro che Dio giustifica hanno la promessa di essere glorificati. Questa promessa si adempirà quando i cristiani riceveranno i loro corpi di risurrezione perfetti in cielo. Se un cristiano può perdere la salvezza, allora  Romani 8:30  è in errore, perché Dio non può garantire la glorificazione a tutti coloro che Egli predestina, chiama e giustifica.

     Un cristiano non può perdere la salvezza. La maggior parte, se non tutto, di ciò che la Bibbia dice che ci accade quando riceviamo Cristo verrebbe invalidato se la salvezza potesse andare perduta. La salvezza è il dono di Dio, ei doni di Dio sono “irrevocabili” ( Romani 11:29 ). Un cristiano non può essere non appena creato. Il riscattato non può essere annullato. La vita eterna non può essere temporanea. Dio non può rinnegare la Sua Parola. La Scrittura dice che Dio non può mentire ( Tito 1:2 ).

     Due obiezioni comuni alla convinzione che un cristiano non possa perdere la salvezza riguardano queste questioni esperienziali: 1) E i cristiani che vivono in uno stile di vita peccaminoso e impenitente? 2) E i cristiani che rifiutano la fede e negano Cristo? Il problema con queste obiezioni è il presupposto che tutti coloro che si definiscono “cristiani” siano effettivamente rinati. La Bibbia dichiara che un vero cristiano non vivrà in uno stato di peccato continuo e impenitente ( 1 Giovanni 3:6 ). La Bibbia dice anche che chi si allontana dalla fede sta dimostrando di non essere mai stato veramente cristiano ( 1 Giovanni 2:19 ). Può essere stato religioso, può aver fatto bella mostra di sé, ma non è mai più rinato per opera di Dio. “Dal loro frutto li riconoscerete” ( Mt 7,16 ). I redenti da Dio appartengono «a colui che è risuscitato dai morti, perché portiamo frutto per Dio» ( Rm 7,4 ).

     Niente può separare un figlio di Dio dall'amore del Padre ( Romani 8:38–39 ). Niente può togliere un cristiano dalla mano di Dio ( Giovanni 10:28–29 ). Dio garantisce la vita eterna e mantiene la salvezza che ci ha dato. Il Buon Pastore cerca la pecora smarrita e, «quando l'ha trovata, con gioia se la mette sulle spalle e se ne va a casa» ( Lc 15,5-6 ). L'agnello è trovato e il pastore porta volentieri il peso; nostro Signore si assume la piena responsabilità di riportare a casa la persona perduta al sicuro.

     Giuda 24–25  sottolinea ulteriormente la bontà e la fedeltà del nostro Salvatore: «A colui che può impedirti di cadere e presentarti dinanzi alla sua gloriosa presenza senza colpa e con grande gioia, all'unico Dio, nostro Salvatore, siano gloria, maestà, potenza e autorità , per Gesù Cristo nostro Signore, prima di tutti i secoli, ora e per sempre! Amen."

Fine dell'articolo di gotquestions.org

 

     È importante notare che una volta iniziato il periodo di tribolazione, anche tu non puoi avere il marchio della bestia, poiché ora sei in una dispensazione modificata che è la tribolazione di 7 anni. Durante quel periodo di tempo, sembra che sarai tagliato fuori dalla salvezza secondo Apocalisse 14:10,11, se prendi il marchio. Durante questa attuale età di grazia, tuttavia, ci sono ancora molti là fuori che cercano di rendere le cose più complicate di quanto non lo siano, e questo perché non stanno giustamente dividendo il tempo per eventi. In questa sezione condividerò vari versetti della Bibbia per evidenziare la linea temporale biblica e cercherò di portare avanti la lezione più importante che abbia mai imparato, quando si tratta di leggere e comprendere la Bibbia. La lezione del "Rettamente dividere" scritta in II Timoteo 2:15 "Studi per mostrarti approvato a Dio, un operaio che non deve vergognarsi, dividendo rettamente la parola della verità".

    Questa è una lezione enorme e ci sono diversi versetti che avrebbero potuto essere affrontati, ma questo coprirà abbastanza per colpire i punti principali riguardanti la salvezza. Questa chiave di giusta divisione sblocca anche il momento del rapimento de "La chiesa", come mostrato nella sezione della profezia. Aiuterebbe così tante persone se sapessero applicare questa tattica. Darà loro fiducia, nella loro salvezza, e darà loro la capacità di capire perché conosciamo il rapimento della chiesa prima dell'ultima settimana di “problemi di Giacobbe”. Purtroppo molte persone, me compreso quando ero giovane, erano molto confuse con i messaggi contrastanti che sentiamo in tutte le varie chiese in cui siamo stati.

 

    Ad esempio, si dice che l'intera Bibbia si applichi a noi come seguaci di Cristo, ma sapevo che non poteva essere vero. Sì " Tutta la Scrittura è ispirata da Dio ed è utile per insegnare, rimproverare, correggere e addestrare alla giustizia, affinché il servo di Dio sia completamente preparato per ogni opera buona." II Timoteo 3:16.17

 

    È certamente il nostro manuale di istruzioni, ma anche se credevo che la Bibbia fosse la parola di Dio, c'erano così tante cose, sapevo che non dovevamo fare, come sacrifici animali per i nostri peccati, o non indossare abiti fatti di più di due tipi di fibre, o lapidando le persone a morte! Avevo molte domande su quando, e perché questo si è fermato? Mi chiedevo, come si salvavano le persone prima che Gesù morisse, o prima ancora che nascesse? Quello che non capivo allora, è che la Bibbia è un libro che copre seimila anni di storia, e le cose cambiano nel tempo, in accordo con eventi significativi.

 

     La giusta divisione è la pratica di applicare la parola in base all'età, al gruppo di persone a cui si parla o di cui si parla. C'era un'epoca di "Legge", circoncisione e sacrifici. Tuttavia, sebbene molte cose come i dieci comandamenti si applichino ancora, quell'età e il vecchio patto sono stati trasformati in uno migliore, proprio come accadranno i Tanakh, o vecchi stati del patto. C'è un uomo che è venuto in un momento molto specifico, da un luogo molto specifico, in un modo estremamente specifico, per fare un'alleanza migliore.  

     La tabella della salvezza nella sezione "Storia degli scritti" sottolinea che siamo passati dal patto di Dio con gli anziani, al patto di circoncisione e pentimento con Abramo, legge levitica, e poi a un brevissimo periodo di battesimo in acqua e pentimento , a cominciare da Giovanni Battista. Ha usato l'acqua come rappresentazione visiva per "preparare la via" al battesimo con lo Spirito Santo. Attualmente siamo in quella che la Bibbia chiama l'età della grazia, e veniamo battezzati dallo Spirito Santo, nel momento in cui crediamo nel vangelo di Gesù, e quindi siamo chiamati al pentimento per il dono che ci è stato dato. Tutte queste transizioni sono state rese molto chiare, principalmente nei libri di Atti, Ebrei, Romani, e riformulate in quasi tutti i libri del Nuovo Testamento/Nuova Alleanza. Mentre leggiamo questi libri, possiamo vedere che Paolo ebbe chiaramente difficoltà a convincere gli ebrei che accettarono Cristo, a smettere di circoncidere se stessi per amore della salvezza. Per la frustrazione, fa una delle battute più divertenti della Bibbia e dice: Vorrei che circoncisero l'intera faccenda, in modo che l'argomento fosse risolto e lui potesse esprimere il suo punto! (Galati 5:12) Oggi le persone hanno ancora difficoltà a rinunciare al bisogno di determinate azioni per ottenere la salvezza. Molto sarà chiarito solo ponendo questa domanda: "Quali sono le differenze tra l'Antica Alleanza e la Nuova Alleanza?" Cercare nella Bibbia con questa domanda in mente rivelerà molto al riguardo.

 

     La circoncisione era un'espressione esteriore di un cambiamento interiore, proprio come il battesimo in acqua. Stefano lo proclamò in Atti 7:51, riferendosi a Deuteronomio 10:16, quando pronunciò il suo discorso al Sinedrio, poco prima di essere lapidato da loro. “Voi gente dal collo rigido! I tuoi cuori e le tue orecchie sono ancora incirconcisi. Sei proprio come i tuoi antenati: resisti sempre allo Spirito Santo!" Questa stessa frase si potrebbe dire per coloro che sentono che l'espressione esteriore del battesimo in acqua, che rappresenta il battesimo interiore dello Spirito Santo, è ciò che è necessario per la meccanica della salvezza . Non è possibile per uno passare attraverso l'azione di un battesimo in acqua, e in realtà non crederci nulla? Certo che possono. È possibile che qualcuno sia battezzato dallo Spirito Santo, ma non battezzato da qualche altro peccatore in acqua? Sì, certo che possono, e la Bibbia ha molti esempi e molte cose da dire a riguardo.

     La salvezza è un dono gratuito per tutti  che invoca il nome del Signore, ma esprimere la tua fede e il tuo amore attraverso le tue azioni è ciò che questo dovrebbe causare in te. Per chiunque non sia sicuro della propria salvezza, sente di poterla perdere o pensa di non aver fatto abbastanza per ottenerla, allora questa sezione dovrebbe stabilizzare il tuo cuore e la tua mente per sempre, usando nient'altro che esattamente ciò che dice la Bibbia su esso. Inizierò condividendo la mia esperienza personale assistendo al mio primo battesimo in acqua in tenera età alle elementari.

 

     I miei genitori mi hanno fatto sapere per tutta la mia vita, siamo salvati solo per fede, ma mio padre è cresciuto come cattolico e lì dentro c'era ancora qualche residuo di dottrina cattolica. Il battesimo in acqua sembrava essere qualcosa con cui aveva a che fare al momento di questo evento personale. Venne un giorno quando avevo circa tredici anni e la chiesa teneva battesimi a casa del mio buon amico. Mio padre mi ha detto: "Dovresti essere battezzato" e io ho detto: "Dovrei esserlo? Per cosa?, perché? Cosa fa?" Disse: "ci è stato detto di essere battezzati".

    Dissi: "Mi hai sempre detto che siamo salvati solo per fede. Quindi a che scopo serve questo?" Aveva ragione quando mi ha detto che è un'espressione esteriore della nostra fede, ma quando ho sentito questo sono rimasto perplesso. Immediatamente ho chiesto: "Quindi è per le altre persone?" Che peso hanno le loro opinioni per la mia salvezza?” Sapevo che non era così, ma stavo facendo un punto. Stavo definendo le linee.

 

    Ha detto che non è per la loro opinione, è un'espressione da te, per Dio, e un esempio per gli spettatori.  Dissi: “Ma Dio conosce già il mio cuore, perché ha bisogno che io vada sott'acqua per sapere che credo in lui? So che il pastore non ha la capacità di perdonare i miei peccati, quindi perché non posso essere battezzato da solo ogni volta che vado sott'acqua?

   Ricordo ancora lo sguardo sui volti dei miei genitori. Mia madre se n'è andata in silenzio e questa volta ha lasciato che mio padre si occupasse di me. Era chiaramente frustrato per la situazione, ma allo stesso tempo, orgoglioso, stavo pensando. Ha detto: "Non devi farlo se non vuoi, e sì, sei assolutamente ancora salvato se non lo fai".  

    Eravamo entrambi frustrati e abbiamo smesso di parlarne, così mi sono allontanato e ho trovato mia madre.  Ho detto: "Sto facendo qualcosa di sbagliato pensando in questo modo?" Mi ha assicurato che non lo ero, e che non dovevo battezzarmi se non volevo, e questo è perfettamente ok non farlo. Mi ha assicurato che sono ancora giovane e se non ho ancora capito, va bene.  

    Quel giorno mi ronzava per la testa per un po'. Avevo l'impressione di non essere all'altezza in qualche modo. Solo molto tempo dopo ho capito che il battesimo non riguarda qualcosa che accade se una persona viene inzuppata sott'acqua da un'altra persona. È un simbolo espresso di dove sono i nostri cuori e della nostra relazione con Gesù. Proprio come tutte le relazioni, non facciamo le cose perché ci viene detto, o dovremmo, le facciamo per esprimere l'amore, perché vogliamo esprimere l'amore.  Il simbolismo non è l'amore in sé, è un'espressione dell'amore che esiste indipendentemente dall'azione.

 

    Alla fine mi battezzai in acqua, ed è stato mio padre a battezzarmi. A quel punto, era perché se c'era un modo in cui potevo esprimere il mio amore per Gesù, volevo farlo. Era per ricordo, proprio come lo è la comunione. Anche la comunione non salva noi, ma la facciamo in memoria di lui. Questa è una buona cosa da fare e voglio rendere orgoglioso mio padre, entrambi. Perché li amo... Perché "Loro mi hanno amato per primi". Questo è un altro verso semplice, ma molto profondo, che ho sentito un milione di volte, e ci sono voluti tre decenni per assimilarlo. Perché Lui ci ha amati per primo...

 

    La comunione è una cosa meravigliosa, così come il battesimo in acqua. Tuttavia, nel corso del tempo Dio ha cambiato il modo in cui tratta l'umanità. Dividere correttamente la Bibbia per tempo, gruppi ed eventi, eventi come la morte di Gesù, è una chiave molto importante per comprendere le Scritture e come si applicano a noi.  

 

    Hai considerato come le persone furono salvate prima di Giovanni Battista e della morte di Gesù? Anche mentre Gesù era ancora in vita, le persone erano rese consapevoli della loro salvezza in un modo diverso, perché non era ancora morto per i nostri peccati. L'Antico patto era ancora in vigore. L'Antico Testamento è l'Antica Alleanza. Una volta morto per i nostri peccati, ha stabilito la Nuova Alleanza. 

Proprio come Ebrei Sette: Ventuno - Venticinque dice:

 

“ma c'era un giuramento riguardo a Gesù. Poiché Dio gli disse: «Il Signore ha giurato e non infrangerà il suo voto:

 'Tu sei sacerdote per sempre'”. A causa di questo giuramento, Gesù è colui che garantisce questa migliore alleanza con Dio.  

C'erano molti sacerdoti sotto il vecchio sistema, perché la morte impediva loro di rimanere in carica. Ma poiché Gesù vive per sempre, il suo sacerdozio dura per sempre. Perciò può, una volta e per sempre, salvare coloro che per mezzo di lui si avvicinano a Dio. Vive per sempre per intercedere presso Dio in loro favore”.

    Quindi c'era davvero un Vecchio Patto, e Gesù È il Nuovo Patto. La certezza della salvezza prima della sua morte, e anche della sua nascita, sarebbe chiaramente diversa da quella dopo la sua morte. Entrambi richiedevano fede, ma ciascuno da una prospettiva diversa. La sua morte è stata un grosso problema, e sicuramente ha significato qualcosa. A dir poco, ha cambiato tutto. La sua vita e il suo sangue coprono tutti i nostri peccati, per tutti noi, prima della sua morte e dopo. "È finito."  

 

    Solo poco prima della morte di Gesù, le persone furono battezzate con acqua e pentimento. Giovanni Battista è stato inviato per preparare la via a come saremo battezzati dallo Spirito Santo. Questo è stato un periodo di transizione.  

Giovanni Uno: 23: "Io sono 'Voce di uno che grida nel deserto: "Rendi dritta la via del SIGNORE" (*vedi Isaia quaranta: tre)

 

    Le persone non erano nemmeno battezzate con l'acqua prima di Giovanni Battista. Prima di lui, come uomo, dovevi essere circonciso sotto il patto abramitico e seguire le leggi levitiche come simbolo della tua fede. Eppure, “Abramo credette e gli fu accreditato come giustizia.  (Genesi Quindici: sei)

 

    Ora siamo battezzati dallo Spirito Santo. Ci sono quelli che dicono che non possiamo essere salvati se non siamo battezzati in acqua. Tuttavia, l'uomo accanto a Gesù, mentre veniva crocifisso, è il primo esempio di non essere battezzato in acqua e di essere salvato. Possiamo essere d'accordo, ne sono certo, che non ebbe il tempo di farsi battezzare, mentre era inchiodato a una croce. Registrato in (Luca ventitré: quarantadue e quarantatré)

“E diceva: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno!” E gli disse: «In verità ti dico, oggi sarai con me in paradiso».

    Ci sono capitoli e versetti in tutti i libri di Atti, Romani ed Ebrei, Efesini e Galati sulla transizione dall'Antico Patto al Nuovo Patto. Ne ho messi insieme alcuni che vorrei evidenziare, per darti più convinzione e pace con la tua salvezza.

Battesimo in acqua e pentimento:

 

Il sangue di Gesù cambia il “Battesimo” da acqua, in Spirito Santo.

Atti undici: sedici-diciotto

    Allora mi sono ricordato di ciò che il Signore aveva detto: 'Giovanni battezzò con acqua, MA voi sarete battezzati con lo Spirito Santo.' Quindi, se Dio ha dato loro lo stesso dono che ha dato a noi che credevamo nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per pensare di poter stare sulla via di Dio?" Udito ciò, non ebbero più obiezioni e lodarono Dio, dicendo: «Dunque anche ai pagani Dio ha concesso il pentimento che conduce alla vita».

    Come abbiamo appena letto, sì, il pentimento porta alla vita, proprio come il peccato conduce alla morte. Non ci dà la vita eterna, conduce alla vita qui sulla Terra. Non appena Gesù morì per i nostri peccati, fu stabilito il nuovo patto migliore, proprio come molti versetti dell'Antico Testamento dicevano che sarebbe accaduto. Non siamo più battezzati dall'acqua e dal pentimento, ma dallo Spirito Santo nel momento in cui crediamo in Gesù, "Un'alleanza migliore". Molti versetti del Nuovo Testamento lo dicono con parole molto attente ed esatte.

 

Atti diciannove: Uno - Cinque

“Mentre Apollo era a Corinto, Paolo prese la strada per l'interno e arrivò a Efeso. Là trovò alcuni discepoli e chiese loro: "Avete ricevuto lo Spirito Santo quando avete creduto?" Risposero: "No, non abbiamo nemmeno sentito dire che c'è uno Spirito Santo". Allora Paolo chiese: "Allora quale battesimo hai ricevuto?" "Battesimo di Giovanni", risposero. “Paolo disse: “Il battesimo di Giovanni FU un battesimo di pentimento. Disse alla gente di credere in colui che sarebbe venuto dopo di lui, cioè in Gesù». Udito ciò, furono battezzati nel nome del Signore Gesù».

 

    Questo fa la netta distinzione tra come era e cosa è ora. ERA un battesimo d'acqua e di pentimento. Quando si avvicinarono a Paolo, erano stati battezzati in acqua, ma non erano stati "salvati", e ancora non erano stati battezzati dallo Spirito Santo, che ora è il Nuovo Patto del Vangelo, e ora siamo battezzati dal santo spirito, che fu dato a Pentecoste.  

 

    Prima della Pentecoste, lo Spirito Santo non era ancora stato dato, perché Gesù non era ancora morto. Il vecchio modo è scaduto ora che è stato dato un salvatore, proprio come tutti i profeti dicevano che sarebbe successo.

 

Gesù. È. "La via."

 

     Ora, alcuni poi dicono anche: “Se il pentimento non ti salva, qual è il significato di questo versetto? “Non chiunque mi dice: 'Signore, Signore', entrerà nel regno dei cieli, ma solo chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”. Matteo Sette: Ventuno. Lo vedono e pensano che significhi che devi fare cose buone per entrare in paradiso. Questo versetto lo dice davvero? Niente affatto, rileggilo.

 

     “Non chiunque mi dice: 'Signore, Signore', entrerà nel regno dei cieli, ma solo chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”.

Non dovresti presumere cosa significhi, ma chiediti: qual è la "volontà del Padre suo che è nei cieli"? 

Lode a Dio, ci viene data quella risposta di punto in bianco in Giovanni Sei: Trentanove e Quaranta.

 

    “E questa è la volontà di colui che mi ha mandato, che non perda nessuno di tutti quelli che mi ha dato, ma li risusciti nell'ultimo giorno. Poiché la volontà del Padre mio è che chiunque guarda al Figlio e crede in lui abbia la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno».

 

     Così il gioco è fatto. La “volontà del Padre è che chiunque guarda al Figlio e crede in lui abbia la vita eterna”. Se leggi velocemente il Nuovo Testamento, tutto questo ti risalterà molto.

 

     Non scrivo nulla di tutto questo per scoraggiare il pentimento. Anche la Bibbia sicuramente non scoraggia il pentimento. Il suo messaggio è chiaro: "Pentitevi e siate battezzati!" si dice più e più volte.  Oltre a diventare un credente in Cristo, la cosa migliore che puoi fare è lavorare per pentirti di tutti i tuoi vari peccati. Dopodiché, morire a te stesso per diventare un servitore di Cristo e seguire la sua volontà, sulla tua, è esattamente ciò che il suo amore dovrebbe causare in te. Queste sono le cose migliori che una persona possa fare.  

James Two: Ventuno - Ventiquattro  

Rende il punto valido: "Non fu giustificato per le opere Abramo nostro padre quando offrì suo figlio Isacco sull'altare? Vedete che la fede operava insieme alle sue opere, e per le opere la fede fu resa perfetta? E si adempì la Scrittura che dice: "Abramo credette a Dio e gli fu imputato a giustizia". E fu chiamato amico di Dio. Vedete dunque che l'uomo è giustificato per le opere, e non solo per la fede».

 

    Ciò che questo sta dicendo è che qualcuno che crede che qualcosa sia vero, agirà anche come se fosse vero. Chi prende vitamine, lo fa perché crede che facciano bene. Sicuramente non lo farebbero volontariamente, se non credessero che questo sia vero. Tuttavia, lottiamo ancora tutti contro il peccato e lo faremo fino alla morte.  

"Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi". 1 Giovanni uno: otto

     Se pecchiamo di nuovo, non significa che non ci siamo pentiti abbastanza, e di certo non abbiamo perso la nostra salvezza come alcuni vorrebbero far credere. Possiamo tuttavia perdere la comunione con lui. Se non riesci a capire questa differenza, allora potresti non essere stato in comunione con lui per molto tempo. Tutti noi abbiamo il peccato in noi, ma Dio sa anche dove si trova ciascuno di noi. Per chiarire, un giorno potresti scoprire di essere forte, pieno di fede e gioia. Poi ad un certo punto ti ritrovi a spegnere lo spirito e a peccare in qualche modo. Il giorno dopo potresti notare che le tue forze sono sparite, hai tutti i tipi di ansia, paure e dubbi. Potresti chiederti se questo è solo il tuo senso di colpa, ed è vero che il senso di colpa è convincente, ma sta accadendo qualcosa di più di un semplice rimbalzo psicologico del senso di colpa, e accadrà ogni volta come un orologio. È mia convinzione che questo sia ciò che accade quando si perde l'amicizia. Il tuo peccato ha creato spazio tra te e "Il consolatore". Quando sai cosa vuol dire vivere e riposare in una pace così grande, sai quando non c'è più, è più che un semplice senso di colpa.

 

     Una volta che ti sei abituato a vivere in quel tipo di pace, e la tua fede è già abbastanza alta da voler sinceramente obbedire, quando non lo fai, perdere questa comunione è il livello successivo che ci fa non voler peccare. Non conoscevo questa pace per la maggior parte della mia vita, perché l'ho spesa a rincorrere ogni tipo di lussuria, ma ora che ho finalmente raggiunto un luogo in cui sono in grado di notare la mancanza di fratellanza, mantenere quella fratellanza è diventato il massimo priorità.

 

     Se tutto ciò suona come gentaglia spirituale, beh, a un certo punto lo ha fatto anche a me. Non devi davvero preoccuparti di ottenere questo, perché questo è il percorso su cui Cristo ti ha messo quando sei arrivato a credere. Tutto inizia quando lo cerchi con tutto il tuo cuore e la tua mente, quando costruisci prima la tua fede sulla base di tutte le prove, e poi le prime fasi dell'obbedienza verranno naturalmente quando arriverai a credere che Gesù e il suo amore sono effettivamente reali. L'inizio di questo sito è un ottimo punto di partenza.   

 

    Tornando a questo, sono stato salvato molto tempo fa, ma ero ancora pieno di rabbia, e tanti desideri peccaminosi che mettevo al primo posto, perché egoisticamente li desideravo di più, ma Gesù non ci salva per essere "completare." Ci salva così come siamo, nel momento in cui crediamo, e inizia il processo per renderci completi. Una volta che crediamo, preghiamo che ci liberi dai nostri peccati e guidi le nostre vite, mentre cerchiamo di conquistare i nostri pensieri, azioni e parole.  

 

    Il pentimento è un cambiamento nel tuo comportamento, a causa di ciò che ora sai, e questo è qualcosa che diventa più consapevole per te, man mano che capisci sempre di più. Quindi possiamo certamente dire che ci sono molti livelli per il nostro pentimento. Molti sono giunti alla salvezza attraverso la fede in Gesù, ma hanno ancora entrambi i piedi nel mondo e fanno fatica a lasciare andare i loro desideri egoistici.  Tuttavia, ti assicuro, nel momento in cui ricevi lo Spirito Santo e arrivi alla fede, sebbene lo spirito santo sia un dolce sussurro, condannerà la tua coscienza, per qualunque peccato tu commetta.  

 

    Più capiamo chi è Gesù, più vogliamo onestamente cambiare il nostro comportamento, e dovremmo. Più credi alla nostra situazione, più ti rendi conto di cosa stai facendo e del motivo per cui siamo qui in primo luogo. Questo è il motivo per cui dovremmo anche concentrarci su ciò che è buono, puro e vero, come dice Filippesi Quattro: Otto.  

    Lodare Dio! Non siamo salvati dal nostro comportamento. Siamo salvati dalla nostra fede in lui e ci viene dato il "dono" della salvezza solo per questo. Ciò è reso molto chiaro in molti punti, nel Nuovo Testamento/Nuovo Patto.

 

Efesini Due: Otto e Nove

    “Poiché per grazia siete stati salvati mediante la fede, e ciò non da voi stessi; è dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori».

 

     In altre parole, non osare nemmeno guardare un altro e dire: “Mi sono pentito molto più di loro, considera tutto quello che faccio! Nego a me stesso "questo" e "quello", e faccio sempre "queste cose" tutti i giorni! e guardali... Dicono di credere, ma guarda! Mancano qui, e qui, e anche qui. Sicuramente Dio mi salverà molto prima di salvare loro, se anche loro saranno salvati".

 

     Solo Dio sa cosa c'è in ognuno dei nostri cuori. Noi non. Diciamo che sei arrivato a credere veramente e ti sei pentito il più possibile, ma poi hai peccato di nuovo 30 secondi dopo solo perché il vecchio peccato più ideale, forse una persona seducente ti è passata davanti, ed è stata la cosa più attraente che tu abbia mai visto . Ti sei ritrovato a guardarli con lussuria. È successo.  

 

Beh, non ti sei semplicemente pentito!? Il tuo pentimento era abbastanza da contare? Se solo avessi fatto un giorno intero? Conta? O una settimana intera? Sicuramente conta una settimana intera senza peccato? Vedi dove va questa logica... Ci sono sicuramente diversi livelli di pentimento, e questo è un processo lungo. Specialmente per qualcuno che è appena uscito da uno stato dell'essere molto mondano, pieno di ogni sorta di cattive abitudini di ogni tipo.  

 

    Anche ai tempi del Levitico, c'era un tempo in cui le persone stavano effettivamente esaurendo i sacrifici animali per i loro peccati, molto prima di Giovanni Battista. Ci sono versi che affermano come Dio sia stanco dei sacrifici infiniti. Lode a Dio Egli ha posto fine a quella via e ha stretto un patto migliore. Nulla sarebbe vivo oggi con la quantità di peccato in questo mondo, se non l'avesse fatto! 

     Ora, diamo uno sguardo ai versetti più noti e famosi con le istruzioni esplicite per la vita eterna.

 

Romani Ten: Nove - Ten

     Se dichiari con la tua bocca: "Gesù è il Signore" e credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, SARAI SALVATO. Poiché è con il tuo cuore che credi e sei giustificato, ed è con la tua bocca che professi la tua fede e sei salvato.

 

     Probabilmente c'è qualcuno là fuori preoccupato, perché ha un cuore artificiale. È per quel tipo di pensiero che mi sono preso il tempo di scrivere questo. Questo è lo stesso livello di pensiero che serve per pensare di aver bisogno dell'acqua per essere salvati! Credi che la tua salvezza dipenda dalla semplice presenza di acqua, per soddisfare la sua richiesta? O forse si basa su qualcosa di un po' più significativo, come la tua fede.

 

Giovanni Tre: Quattordici - Diciotto fa riferimento a Numeri ventuno: nove, dove Mosè solleva un serpente di bronzo che ha fatto, e tutti quelli che lo guardano vivranno. Un'altra anticipazione di quello che sarebbe successo. Il serpente rappresenta i nostri peccati che sono stati innalzati sulla croce, i nostri peccati che Gesù ha preso su di sé e "ha portato le nostre iniquità".

 

Giovanni Stati:

“Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo, affinché chiunque crede abbia in lui la vita eterna”. Perché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo Figlio unigenito, affinché CHI CREDE IN LUI NON PERISCA MA ABBIA VITA ETERNA. Dio infatti non ha mandato suo Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma per salvare il mondo per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato, ma chi non crede è già condannato perché non ha creduto nel nome del Figlio unigenito di Dio».

 

    Ci vengono fornite istruzioni complete su come ottenere la vita eterna in entrambi questi versetti, e nessuno di loro dice nulla sulla necessità di pentirsi o di battezzarsi con l'acqua. Non l'hanno nemmeno menzionato!

 

    Gli apostoli si sono dimenticati di aggiungerlo? O peggio pensi che lo Spirito Santo non li abbia ispirati quel giorno, sui versetti più importanti che abbiamo riguardo a come essere salvati!?

 

    Puoi concludere che devi tenere la tua vita piena di azioni imperfette e il tuo pentimento, al di sopra del sacrificio della vita perfetta e senza peccato di Gesù, e anche tenere l'acqua sopra il suo sangue, per credere che abbiamo bisogno di essere battezzati dall'acqua o richiedono un certo livello di pentimento per essere salvati. Non è Gesù che sta al tuo posto dopo tutto? Lui stesso fu battezzato con l'acqua, e si spera che tu sia consapevole della conversazione che ebbe luogo quando ciò accadde. Quindi, egli venne d'acqua e di sangue, di battesimo con acqua e anche quando "la roccia" fu percossa, acqua e sangue sgorgarono dal suo costato.

Come riportato in Giovanni tre: cinque "Gesù rispose: "In verità vi dico, nessuno può entrare nel regno di Dio se non è nato dall'acqua e dallo Spirito". 

La buona notizia (vangelo) è che era lui! È colui che è venuto d'acqua, di spirito e di sangue.

 

Primo Giovanni Cinque: Quattro - Tredici

“poiché chiunque è nato da Dio vince il mondo. Questa è la vittoria che ha vinto il mondo, anche la nostra fede. Chi è che vince il mondo? SOLO CHI CREDE che Gesù è il Figlio di Dio.  Questo è colui che è venuto d'acqua e di sangue: Gesù Cristo. Non venne solo d'acqua, ma d'acqua e di sangue. Ed è lo Spirito che testimonia, perché lo Spirito è la verità. Perché sono tre che testimoniano: lo Spirito, l'acqua e il sangue; e i tre sono d'accordo. Accettiamo la testimonianza umana, ma la testimonianza di Dio è più grande perché è la testimonianza di Dio, che ha dato di suo Figlio. Chi crede nel Figlio di Dio accetta questa testimonianza. Chi non crede a Dio lo ha fatto bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha reso riguardo a suo Figlio. E questa è la testimonianza: Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel suo Figlio. chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio non ha la vita. Scrivo queste cose a voi che credete nel nome del Figlio di Dio, perché sappiate che avete la vita eterna.

 

 

     Se consideri il bisogno di acqua o il tuo livello di pentimento come un requisito per la tua salvezza... Devi capire, stai facendo sembrare Dio un bugiardo e stai dicendo che ciò che ha fatto Gesù, non è abbastanza buono. Stai dicendo che devi fare un po' di più.  È bello voler fare qualcosa per il tuo dono gratuito, ma sei stato salvato nel momento in cui lo hai chiamato.  

 

    Abbi fiducia in ciò che ha stabilito con il suo sacrificio e dagli credito per ciò che ha realizzato con la sua vita perfetta. 

Questo "Nuovo Patto", un patto migliore...

 

    Continuiamo tutti a peccare, alcuni nell'ignoranza, alcuni nell'orgoglio, alcuni nella negazione, alcuni stanno solo mordendo quella tentazione in un momento di debolezza, ma dovresti certamente pentirtene e cercare di fermarti con successo nella preghiera. Stai tranquillo, più credi, più vuoi fermarti. Quindi, se sei nuovo nel trovare la fede, Gesù è la "Via", non aver paura di sentirti come se stessi per entrare in un barattolo di regole e senza divertimento. La nostra realtà attuale è molto più eccitante di qualsiasi cosa temporale che il dio (piccola g, noto anche come Satana) di questo mondo ha da offrire.

    Inizia costruendo prima la tua fede in Cristo, e la tua prospettiva cambierà, rimarrai stupito di come la fede in Cristo ucciderà i tuoi desideri peccaminosi, e anche quante prove ci sono, che tutto è reale.

 

    Non dimenticare che hai una linea diretta, direttamente con Dio. Egli ascolta ogni tua preghiera. Ogni. Separare. Uno. Quindi prega sempre per questo. Confessare ciò per cui ti senti male al nostro UNICO mediatore, Gesù.  

    (“Poiché c'è un solo Dio e un solo Mediatore tra Dio e gli uomini, l'Uomo Cristo Gesù, che si è dato in riscatto per tutti, per essere testimoniato a tempo debito, 1° Timoteo due: Cinque, Sei)

 

“Ma se camminiamo nella luce, come lui è nella luce, abbiamo comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato. Se affermiamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto, e ci perdonerà i nostri peccati e ci purificherà da ogni iniquità. Se diciamo di non aver peccato, lo dichiariamo bugiardo e la sua parola non è in noi». Primo Giovanni Uno: Sette-Dieci

 

    Non pentirsi è un po' come prendere il dono più incomprensibile, senza nemmeno dire grazie. Ovviamente, e quasi sempre, le persone non capiscono molto quando credono per la prima volta. Dopotutto, è l'inizio del loro cammino cristiano. Sono appena stati salvati. Come tutti sappiamo, di solito ci vuole tempo per vincere i nostri peccati, e hanno appena scoperto abbastanza per credere. C'è molto di più da imparare da allora in poi, anche se abbiamo vissuto diverse vite.  

 

    Quindi cosa succede se una persona arriva alla fede, che porta al pentimento, si pente e per un po' è sulla retta via, ma poi alla fine viene cullata di nuovo nel mondo e continua a peccare, anche in modo totalmente impenitente? Questi prossimi versi mi fanno venire i brividi, perché ero molto vicino a questo gruppo, per quello che ho fatto della mia vita. Ma Lui mi ha mostrato misericordia e grazia e mi ha aperto gli occhi. Mi ha salvato da questo.  

 

Secondo Pietro Due: Venti - Ventidue

“Se sono sfuggiti alla corruzione del mondo conoscendo il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo e sono di nuovo coinvolti in esso e sono vinti, alla fine stanno peggio di quanto non fossero all'inizio. Sarebbe stato meglio per loro non aver conosciuto la via della giustizia, piuttosto che averla conosciuta e poi voltare le spalle al sacro comando che era stato loro trasmesso. Di loro sono veri i proverbi: "Il cane torna al suo vomito" e "La scrofa lavata torna a sguazzare nel fango".

 

    Per me queste sono le parole più spaventose dell'intera Bibbia, e prego che abbia pietà di quest'era della chiesa di Laodicea per lo strano mondo in cui sono nati. Sebbene quel piccolo paragrafo della Scrittura abbia implicazioni molto spaventose, una volta che sei salvato, sei sigillato dallo Spirito Santo, quindi non permettere a nessuno di dirti diversamente, perché ci sono molti versetti che lo confermano, e questo è il mio preferito.

 

Efesini uno: tredici, quattordici

    E anche tu sei stato incluso in Cristo quando hai ascoltato il messaggio di verità, il vangelo della tua salvezza. Quando hai creduto, sei stato segnato in lui con un SIGILLO, lo Spirito Santo promesso, che è un deposito ((( GARANTIRE ))) la nostra eredità fino alla redenzione di coloro che sono il possesso di Dio, a lode della sua gloria.

 

Ci sono alcune persone che parleranno di Matteo Dieci: Trentadue e Trentatre in un modo molto terrificante. Le persone lo hanno usato per causare paura e dubbio nella tua salvezza, e se non leggi l'intero capitolo o non studi questo, potrebbe averti scoraggiato molto.

Dice:

“Chi mi riconosce davanti agli altri, anch'io riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli. Ma chi mi rinnegherà davanti agli altri, io rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli.

 

    Ho sentito persone usare questo versetto come prova per sostenere che puoi perdere la salvezza. Ti incoraggio a leggere sempre l'intero capitolo nel contesto e a dividere sempre giustamente, ricordando di porre le "domande W". Chi sta parlando? Con chi si parla, o di chi, e perché? Abbiamo visto tutti troppe volte persone che usano un singolo verso colto fuori posto per discutere il loro punto.  

 

    Matteo Dieci era un'affermazione generale che si applicava a tutti coloro che conoscevano Gesù, ne avevano sentito parlare e lo avevano persino visto. Questo stava dividendo le persone che credevano che Gesù fosse il Messia, e le persone che non lo credevano. Vai a leggere l'intero capitolo e ha perfettamente senso. Se ancora non sei d'accordo dopo aver letto l'intero evento, allora dovrai iniziare a credere che Pietro l'Apostolo sia all'Inferno. Ha rinnegato Cristo tre volte, ma sono certo che non è all'inferno. Era un apostolo e credeva decisamente che Gesù fosse il Messia.

 

    Tutto ciò di cui hai bisogno per la salvezza è credere che Gesù è il Messia, venuto come uomo a morire per i nostri peccati, e che ha vinto la morte al nostro posto, così che tutti coloro che credono in lui possano avere la vita eterna. Sì, c'è uno spettro di fede, ma tutto ciò di cui hai bisogno per essere salvato è solo la dimensione di "Un granello di senape".

 

    Come ho detto prima, se non sei d'accordo con questo, allora hai più fede nell'acqua, che nel sangue di Gesù, e credi anche che il tuo pentimento starà meglio nel giorno del giudizio, rispetto all'intera vita perfetta di Gesù, che è intero motivo per discendere come uomo, era vivere e morire per portare su di sé tutti i tuoi peccati e i peccati del mondo intero, per stare al tuo posto nel giorno del giudizio.  

 

“Tutti infatti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, e sono giustificati in dono per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù, che Dio ha proposto come propiziazione mediante il suo sangue, per essere ricevuti mediante la fede. Questo era per mostrare la giustizia di Dio, perché nella sua divina sopportazione era passato sui peccati precedenti. Era per mostrare la sua giustizia nel tempo presente, in modo che potesse essere giusto e il giustificatore di colui che ha fede in Gesù”. Roman's Three: ventitré - ventisei

 

     Egli è il sacrificio eterno e il sacerdozio, che vive e ha vinto la morte, per stare al posto di chiunque crede in lui. Fidati di questo. La sua grazia è sufficiente.

 

    La chiave della Giusta divisione, che abbiamo usato qui, per definire le linee tra l'Antica Alleanza e la Nuova Alleanza, è la stessa chiave per comprendere la posizione del rapimento della chiesa, prima dell'ultima settimana degli anni. Questo è per la base della salvezza. Se vuoi una convinzione assoluta su una pre-tribolazione, o un rapimento prima della settimana, è nella sezione delle profezie. La Chiesa non attraversa la tribolazione dei sette anni e te lo dimostrerò biblicamente lì.

 

    Dio ti benedica e spero che questo ti abbia aiutato a darti chiarezza e una solida fede nella tua salvezza attraverso Gesù Cristo. Se credi in Lui, allora ti ha preso, e nessuno cancellerà il tuo nome dal libro della vita. Di seguito sono riportati molti altri versetti che definiscono le linee tra le età, in quanto riguarda la fede e la salvezza.

Pura prova biblica che la nostra
La salvezza è solo per fede, per grazia, non per opere e sigillata per sempre.

Pure Biblical Proof of Our Salvation

Per prima cosa, definisci queste parole, ricorda la loro definizione e mantienila. Non cambiano mai.

Mai : in nessun momento nel passato o nel futuro; non mai.

Eternità : tempo infinito o infinito.

 

Grace : Ottenere ciò che non meriti.

 

Misericordia : Non ottenere ciò che meriti.

 

Regalo : cosa data volontariamente a qualcuno senza compenso; un regalo.

Pentimento : una definizione biblica di pentimento è cambiare la mente, il cuore e l'azione, allontanandosi dal peccato e dal sé e tornando a Dio.

  

Dio non può mentire:

Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo, secondo la fede degli eletti di Dio e il riconoscimento della verità che è secondo la pietà; Nella speranza della vita eterna, che Dio, che non può mentire, ha promesso prima che il mondo cominciasse; (Tt 1,1,2)

 

Dio ha fatto questo affinché, da due cose immutabili in cui è impossibile che Dio menti, noi che siamo fuggiti per afferrare la speranza che ci è posta davanti possiamo essere grandemente incoraggiati. (Ebrei 6:18) perché i DONI di Dio e la sua chiamata sono irrevocabili. (Romani 11:29)

Il nostro rapporto con il peccato:

Poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio; (Romani 3:23)

  

Perché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore. (Romani 6:23)

  

Ma chi ha dubbi è condannato se mangia, perché il suo mangiare non è per fede; e tutto ciò che non viene dalla fede è peccato. (Romani 14:23)

  

Se qualcuno, dunque, sa il bene che deve fare e non lo fa, è peccato per lui. (Giacomo 4:17)

  

Non capisco cosa faccio. Per quello che voglio fare non lo faccio, ma quello che odio lo faccio. E se faccio ciò che non voglio, sono d'accordo che la legge è buona. Così com'è, non sono più io stesso a farlo, ma è il peccato che vive in me. Perché so che il bene stesso non abita in me, cioè nella mia natura peccaminosa. Perché ho il desiderio di fare ciò che è bene, ma non posso realizzarlo. (Romani 7:15-18)

Grazie a Dio, che mi libera per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore! Quindi, io stesso nella mia mente sono schiavo della legge di Dio, ma nella mia natura peccaminosa sono schiavo della legge del peccato. (Romani 7:25) 

Perché chiunque osserva tutta la legge, e tuttavia offende in un punto, è colpevole di tutto. (Giacomo 2:10)

  

Se diciamo che non abbiamo peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni ingiustizia. Se diciamo che non abbiamo peccato, lo rendiamo bugiardo e la sua parola non è in noi. (1 Giovanni 1:8-10)

  

Siamo salvati per fede, grazia, misericordia, non per pentimento/opere:

  

Tutto il capitolo 3 di Galati, e anche i capitoli 3 e 4 di Romani, trattano di come il tuo livello di lavoro, o il pentimento, non ti salva. Ti incoraggio a leggerli.

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo Figlio unigenito, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3:16)

  

Ma dopo che la bontà e l'amore di Dio, nostro Salvatore, verso l'uomo si manifestò, non per opere di giustizia che abbiamo fatto noi, ma secondo la sua misericordia ci ha salvati, mediante il lavacro della rigenerazione e del rinnovamento dello Spirito Santo (Tito 3: 4,5)

“Noi che siamo ebrei di nascita e non pagani peccatori sappiamo che una persona non è giustificata dalle opere della legge, ma dalla fede in Gesù Cristo. Così anche noi abbiamo riposto la nostra fede in Cristo Gesù per essere giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge, perché per le opere della legge nessuno sarà giustificato. (Galati 2:15-16)

E anche tu sei stato incluso in Cristo quando hai ascoltato il messaggio di verità, il vangelo della tua salvezza. Quando hai creduto, sei stato segnato in lui con un sigillo, lo Spirito Santo promesso, che è un deposito a garanzia della nostra eredità fino alla redenzione di coloro che sono

Possesso di Dio, a lode della sua gloria. (Efesini 1:13,14)

Ma per il suo grande amore per noi, Dio, che è ricco di misericordia, ci ha vivificati con Cristo anche quando eravamo morti nelle trasgressioni: è per grazia che siete stati salvati. E Dio ci ha risuscitati con Cristo e ci ha fatto sedere con lui nei regni celesti in Cristo Gesù, affinché nei secoli a venire mostrasse le incomparabili ricchezze della sua grazia, espressa nella sua benevolenza verso di noi in Cristo Gesù. (Efesini 2:4-7)

 

Perché è per grazia che siete stati salvati, per fede - e questo non è da voi stessi, è DONO di Dio - non per opere, affinché nessuno possa vantarsi. (Efesini 2:8-9)

Non più battezzato con l'acqua:

 

Giovanni infatti ha battezzato con acqua, ma tra pochi giorni sarete battezzati con lo Spirito Santo». (Atti 1:5)

Allora mi sono ricordato di ciò che il Signore aveva detto: 'Giovanni ha battezzato con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo.' Quindi, se Dio ha dato loro lo stesso dono che ha fatto a noi che credevamo nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per pensare di poter ostacolare Dio?” Quando seppero questo, non ebbero più obiezioni e lodarono Dio, dicendo: "Allora, anche ai gentili Dio ha concesso il pentimento che conduce alla vita". Atti 11: 16-18

 

Era stato istruito sulla via del Signore, parlava con grande fervore e insegnò accuratamente su Gesù, sebbene conoscesse solo il battesimo di Giovanni. (Atti 18:25)

Mentre Apollo era a Corinto, Paolo prese la strada attraverso l'interno e arrivò a Efeso. Lì trovò dei discepoli e chiese loro: «Avete ricevuto lo Spirito Santo quando avete creduto?». Risposero: "No, non abbiamo nemmeno sentito dire che c'è uno Spirito Santo". Allora Paolo chiese: "Allora quale battesimo hai ricevuto?" “Il battesimo di Giovanni”, hanno risposto. Paolo disse: “Il battesimo di Giovanni fu un battesimo di pentimento. Ha detto al popolo di credere in colui che verrà dopo di lui, cioè in Gesù». Sentendo ciò, furono battezzati nel nome del Signore Gesù. (Atti 19:1-5)

Siamo salvati per fede, grazia, misericordia, non per pentimento/opere (continua:)

 

Tutti i profeti testimoniano di lui che chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati mediante il suo nome». (Atti 10:43)

 

“Per questo, amici miei, voglio che sappiate che per mezzo di Gesù vi è annunciato il perdono dei peccati. Per lui chiunque crede è liberato da ogni peccato, giustificazione che non hai potuto ottenere sotto la legge di Mosè. (Atti 13:38-39)

 

Non ha discriminato tra noi e loro, perché ha purificato i loro cuori mediante la fede. Ora, perché cerchi di mettere alla prova Dio mettendo sul collo dei gentili un giogo che né noi né i nostri antenati abbiamo potuto sopportare? No! Crediamo che sia per grazia di nostro Signore Gesù che siamo salvati, proprio come loro”. (Atti 15:9-11)

 

O mostri disprezzo per le ricchezze della sua gentilezza, pazienza e pazienza, non rendendosi conto che la gentilezza di Dio ha lo scopo di portarti al pentimento? (Romani 2:4)

 

Perciò, poiché siamo stati giustificati mediante la fede, abbiamo pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo (Romani 5:1)

Ma il REGALO non è come la trasgressione. Perché se i molti sono morti per la trasgressione di un solo uomo, quanto più la grazia di Dio e il DONO che è venuto per la grazia di un solo uomo, Gesù Cristo, hanno traboccato ai molti! (Romani 5:15)

 

Chi accuserà coloro che Dio ha scelto? È Dio che giustifica.  Chi è allora colui che condanna? Nessuno. Cristo Gesù che è morto – anzi, che è stato risuscitato alla vita – è alla destra di Dio e intercede anche per noi. Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Avranno problemi o difficoltà o persecuzioni o carestie o nudità o pericolo o spada? Come sta scritto: “Per amor tuo affrontiamo la morte tutto il giorno; siamo considerati pecore da macellare”. No, in tutte queste cose siamo più che vincitori per mezzo di colui che ci ha amato. Perché sono convinto che né la morte né la vita, né gli angeli né i demoni, né il presente né il futuro, né alcuna potenza, né altezza né profondità, né altro in tutta la creazione potranno separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù nostro Signore. (Romani 8:33-39)

 

Che dire allora? Che i Gentili, che non perseguivano la giustizia, l'hanno ottenuta, una giustizia che è mediante la fede; ma il popolo d'Israele, che perseguiva la legge come via di giustizia, non ha raggiunto la sua meta. Perché no? Perché l'hanno perseguita non per fede ma come se fosse per opere. Inciamparono sulla pietra d'inciampo. (Romani 9:30-32)

 

Cristo è il culmine della legge perché ci sia giustizia per chiunque crede. (Romani 10:4)

Se dichiari con la tua bocca: "Gesù è il Signore" e credi con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato. Poiché con il cuore l'uomo crede alla giustizia; e con la bocca si fa confessione per la salvezza. Come dice la Scrittura, "Chiunque crede in lui non sarà MAI confuso". (Romani 10:9-11)

 

Così anche in questo momento c'è un residuo scelto dalla grazia. E se per grazia, allora non può fondarsi sulle opere; se lo fosse, la grazia non sarebbe più grazia. (Romani 11:5-6)

 

Lode al Dio e Padre di nostro Signore Gesù Cristo! Nella sua grande misericordia ci ha fatto rinascere in una speranza viva mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, e in un'eredità che non potrà mai perire, rovinare o svanire. Questa eredità è custodita in cielo per voi, che mediante la fede siete protetti dalla potenza di Dio fino alla venuta della salvezza che è pronta per essere rivelata nell'ultimo tempo. (1 Pietro 1:3-5)

 

poiché state ricevendo il risultato finale della vostra fede, la salvezza delle vostre anime. (1 Pietro 1:9)

 

Ma tu sei un popolo eletto, un regale sacerdozio, una nazione santa, possesso speciale di Dio, affinché tu possa proclamare le lodi di colui che ti ha chiamato dalle tenebre alla sua meravigliosa luce. Una volta non eri un popolo, ma ora sei il popolo di Dio; una volta non avevi ricevuto misericordia, ma ora hai ricevuto misericordia. (1 Pietro 2:9-10)

Figlioli miei, vi scrivo queste cose, affinché non peccate. E se uno pecca, abbiamo un avvocato presso il Padre, Gesù Cristo il giusto: ed è lui l'espiazione per i nostri peccati: e non solo per i nostri, ma anche per i peccati del mondo intero. (1 Giovanni 2:1)

 

Vi scrivo, cari figli, perché i vostri peccati sono stati perdonati a causa del suo nome. (1 Giovanni 2:12)

 

Chi è il bugiardo? È chi nega che Gesù è il Cristo. Tale persona è l'anticristo, che nega il Padre e il Figlio. (1 Giovanni 2:22)

 

Se qualcuno riconosce che Gesù è il Figlio di Dio, Dio vive in loro e loro in Dio. (1 Giovanni 4:15)

 

Chi è che vince il mondo? Solo chi crede che Gesù è il Figlio di Dio. (1 Giovanni 5:5)

 

Chi crede nel Figlio di Dio accetta questa testimonianza. Chi non crede a Dio lo ha fatto passare per bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha dato su suo Figlio. E questa è la testimonianza: Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel suo Figlio. Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio non ha la vita. (1 Giovanni 5:10-12)

 

per la verità, che abita in noi e sarà con noi per sempre: (2 Gv 1,2)

 

E a chi giurò Dio che non sarebbero mai entrati nel suo riposo se non a coloro che disubbidivano? Quindi vediamo che non hanno potuto entrare, a causa della loro incredulità. (Ebrei 3:18-19)

 

Il vecchio regolamento viene messo da parte perché debole e inutile (poiché la legge non ha fatto nulla di perfetto), e viene introdotta una speranza migliore, con la quale ci avviciniamo a Dio. (Ebrei 7:18-19)

 

Non insegneranno più al prossimo, né diranno l'un l'altro: 'Conosci il Signore', perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande. Perché perdonerò la loro malvagità e non ricorderò più i loro peccati». Chiamando questo patto “nuovo”, ha reso obsoleto il primo; e ciò che è obsoleto e superato presto scomparirà. (Ebrei 8:11-13)

Ma non apparteniamo a coloro che si ritraggono e sono distrutti, ma a coloro che hanno fede e sono salvati. (Ebrei 10:39)

 

Il nostro nome può essere cancellato dal libro della vita ? (No)

https://www.gotquestions.org/erased-book-life.html https://www.desiringgod.org/interviews/can-i-be-blotted-from-the-book-of-life

Gospel, past, present, future

Il Vangelo: passato, presente e futuro.

Italian Plan of salvation bmp.bmp

Da qui in poi ci sono vari versetti che affrontano domande specifiche, in quanto riguarda la nostra salvezza.

Messo insieme dal signor Jack Langford.

 

Con "Vangelo" intendiamo:

• Il piano fondamentale di Dio per la salvezza dell'anima personale: "pentimento verso Dio e fede verso il nostro Signore Gesù Cristo" (Atti 20:21).

Ci sono altri usi più ampi della parola "Vangelo"

• “Il Vangelo del Regno” - è il messaggio di anticipazione del regno messianico del Regno sulla terra - vedere Matt. 10: 7; 13:11; e 24:14.

• “Il mistero del Vangelo” o “Il Vangelo della grazia di Dio” —questo fa riferimento all'attuale aspetto dispensazionale del Vangelo — vedere Efes. 6:19 e Atti 20:24.

• "Il Vangelo della Circoncisione": questo è il Vangelo diretto al popolo ebraico e include anche la loro obbedienza alla Legge di Mosè - vedere Gal. 2: 7-9.

• "Il Vangelo dell'incirconcisione": questo è il Vangelo per i popoli gentili e la Legge di Mosè non deve essere loro imposta - vedere Atti 15:24 e Gal. 2: 7-9.

 

La base della salvezza per tutta l'umanità

di tutte le età

 

  • I Pet. 1: 19-20 "Agnello preordinato prima della fondazione del mondo".

  • Apocalisse 13: 8 "Agnello immolato dalla fondazione del mondo".

  • Giovanni 1:29 "Ecco l'Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo".

  • Rom. 3:25 "Per i peccati che sono passati [cioè, le ere passate]."

  • Rom. 4:17 "Dio chiama quelle cose che non sono, come se lo fossero".

  • Ebr. 9:15 "Per i peccati sotto la prima [Vecchia] Alleanza".

  • Ebr. 2: 9 "Gustò la morte per ogni uomo".

  • È un. 53: 6 "Per l'iniquità di tutti noi".

  • 1 Giovanni 2: 2 "La propiziazione per i peccati del mondo intero".

  • 2 Cor. 5:19 "Per la riconciliazione del mondo".

  • Giovanni 3:16 “Poiché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo unigenito Figlio. . . "

  • Rom. 11:32 "Egli ha considerato tutti con incredulità per poter avere pietà di tutti".

  • Ebr. 10: 12-14 "Ma quest'uomo, dopo aver offerto un solo sacrificio per il peccato per sempre, si è seduto alla destra di Dio ... poiché mediante una sola offerta ha perfezionato per sempre

    coloro che vengono santificati ".

 

 

IL VANGELO DELLA SALVEZZA NON CAMBIA È STATO PREDICATO A QUELLI PRIMA DI CRISTO AI TEMPI DELLE SCRITTURE EBRAICHE

 

  • I Cor. 15: 1-4 "... il vangelo ... mediante il quale siete salvati ... che Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture [Ebraiche] ... che è risorto il terzo giorno
    secondo le Scritture [Ebraiche] ".

  • 2 Tim. 3:15 "Le Scritture [Ebraiche] sono in grado di rendere uno saggio per la salvezza, mediante la fede che è in Gesù Cristo".

  • Rom. 1: 1-2 "... separati al vangelo di Dio che aveva promesso prima attraverso i Suoi profeti nelle Sacre Scritture [Ebraiche]".

  • Atti 10:43 "A Lui [Cristo] dai TUTTI I PROFETI TESTIMONIANZA che tutti coloro che credono in Lui riceveranno la remissione dei peccati".

  • 1 Pet. 3: 19-20; 4: 6; 2 Pet. 2: 5 ed ebr. 11: 7 Quelli dei giorni di Noè "quando la pazienza di Dio aspettava ... Per questa ragione il vangelo fu predicato anche a quelli ... [Noè] un predicatore di giustizia ... la giustizia che è mediante la fede".

  • Gal. 3: 8 "... predicò in anticipo il vangelo ad Abrahamo, dicendo: 'In te tutte le nazioni saranno benedette [Gen 12: 3 e 15: 5-6]'."

 

 

VANGELO PREDICATO

A QUELLI PRIMA DI CONTINUARE

 

• Rom. 4: 3 “Per che cosa dice la Scrittura? 'Abrahamo credette in Dio e gli fu attribuito giustizia [Gen. 15: 6] '. "

  • Ebr. 3: 16-4: 2 Predicava a Israele nel deserto “Poiché chi, avendo udito, si ribellò? Non furono [quelli] che uscirono dall'Egitto, guidati da Mosè? ... Infatti il ​​Vangelo fu predicato a noi come a loro ... "

  • Rom. 10:16 e Isa. 53: 1 Predicava a quelli del tempo di Isaia “Ma [Israele] non tutti hanno ubbidito al Vangelo. Poiché Isaia dice: 'SIGNORE, che ha creduto
    il nostro rapporto? [vedi Isa. 53: 1-12] '. " Vedi anche Atti 8: 30-35.

  • Rom. 4: 6-8 e Salmo 32: 1-2 predicati a quelli dei giorni di Davide "Proprio come Davide descrive la benedizione dell'uomo a cui Dio imputa la giustizia
    oltre alle opere: 'Beati coloro le cui azioni illegali sono perdonate e coloro i cui peccati sono coperti; benedetto è l'uomo a cui il SIGNORE non imputerà il peccato '. "

  • Rom. 10:16, 18 e Salmo 19: 4 e Rom. 1: 18-20 Il "vangelo" è sempre stato insegnato al mondo intero attraverso la creazione fisica "Ma io dico, fallo
    non hanno sentito? Sì, in effetti: "Il loro suono è uscito su tutta la terra e le loro parole fino alla fine del mondo". " Vedi anche Rom. 1: 18-20.

  • E a quelli DOPO: Rev. 14: 6 "IL VANGELO ETERNO".

 

 

LA NUOVA NASCITA È COMUNE

A TUTTE LE ETÀ

 

"Sei un maestro d'Israele e non sai queste cose" Giovanni 3:10

• Giovanni 1:12, 13, "Ma a quanti Lo hanno ricevuto, ha dato il diritto di diventare figli di Dio, anche a coloro che credono nel Suo nome, che sono nati [passato] non di sangue, né di la volontà della carne, né della volontà dell'uomo, ma di Dio ".

  • Deut. 32: 5,

  • Deut. 32: 6,

  • Deut. 32:18,

  • Deut. 32:19,

  • Deut. 32:20,

  • Salmo. 82: 6,

  • Salmo 103: 13 "Come un Padre ha pietà dei suoi figli".

  • È un. 63:16, "Senza dubbio tu sei nostro Padre".

  • Osea 1:19, "Voi siete i figli dell'Iddio vivente".

  • Malachia 2:10 "Non abbiamo un solo padre?"

  • Jer. 3: 4, "Gridami, 'Padre mio'". Ecc. Ecc. Ecc.

"I suoi figli [del SIGNORE]."
"Non è egli [del SIGNORE] loro Padre?" "La roccia [il SIGNORE] che ti ha generato".

"La provocazione dei suoi figli e delle sue figlie [del SIGNORE]." "Bambini in cui non c'è fede".

"Siete i figli dell'Altissimo."

 

SALVEZZA E PERDONO

DEI PECCATI SOTTO

IL VECCHIO PATTO

 

  • “Guardate a Me e siate salvati, tutte le estremità della terra, poiché io sono Dio, e non ve n'è nessun altro” - Isaia 45:22.

  • “Il Signore ha fatto conoscere la Sua salvezza: la Sua giustizia si è rivelata apertamente agli occhi delle nazioni ... tutte le estremità della terra hanno visto la salvezza del nostro Dio” - Salmo 98: 2, 3.

  • “Il Signore è vicino a coloro che hanno il cuore spezzato; e salva chi è di spirito contrito ”- Salmo 34:18.

  • “Beato colui la cui trasgressione è perdonata, il cui peccato è coperto. Beato l'uomo a cui il Signore non imputa l'iniquità, e nel cui spirito non c'è frode ... riconosco il mio peccato a Te ... e tu hai perdonato l'iniquità ... ”- Salmo 32: 1-5.

  • “Ho cancellato come una spessa nuvola, i tuoi peccati; ritorna da me; poiché ti ho redento ”- Isaia 44:22.

  • “Quanto lontano è l'Oriente dall'Occidente, finora Egli ha rimosso da noi le nostre trasgressioni” - Salmo 103: 12.

  • "Hai amore per la mia anima liberata dalla fossa della corruzione: poiché hai gettato tutti i miei peccati dietro le tue spalle" - Isaia 38:17.

  • “Un cuore rotto e contrito, o Dio, non disprezzerai” - Salmo 51:16, 17.

 

 

SALVEZZA E PERDONO DEI PECCATI RIVELATI NELLE SCRITTURE EBRAICHE COME LAVAGGIO INTERNO, PULIZIA O PURIFICAZIONE

 

  • Salmo 51: 1-3, 7, 10 “Abbi pietà di me. O Dio, secondo la tua benignità; secondo la moltitudine delle tue misericordie, cancella le mie trasgressioni. Lavami completamente dalla mia iniquità e purificami dal mio peccato ... (7) Purificami con issopo e sarò puro; lavami, e sarò più bianco della neve ... (10) Crea in me un cuore puro, o Dio, e rinnova uno spirito retto dentro di me. "

  • Isaia 1: 16-18 “Lavatevi e purificatevi ... Vieni ora, e ragioniamo insieme, dice il Signore, sebbene i vostri peccati siano come scarlatto, saranno bianchi come la neve; sebbene siano rossi come cremisi, saranno come lana ".

  • Geremia 2:22 e 4:14 "Poiché, sebbene vi laviate con liscivia e usate molto sapone, la vostra iniquità è segnata dinanzi a me, dice il Signore vostro Dio ... O Gerusalemme, mondate il vostro cuore dalla malvagità, affinché possiate essere salvato. Per quanto tempo vani pensieri albergheranno dentro di te? "

  • Ezechiele 36: 25-27 e 33 “Allora spruzzerò acqua pura su di te e sarai puro; Ti purificherò da tutta la tua sporcizia e da tutti i tuoi idoli. Ti darò un nuovo cuore e metterò in te uno spirito nuovo ... Metterò il Mio Spirito dentro di te e ti farò camminare nei miei statuti ... Nel giorno in cui ti purificherò da tutte le tue iniquità, dimorare nelle città e le rovine saranno ricostruite ".

 

 

ULTERIORI RIFERIMENTI RIGUARDANTI LA PURIFICAZIONE SPIRITUALE INTERIORE DEL CUORE

 

  • Giobbe 9: 30-31 “Se mi lavo con acqua come la neve e rendo le mie mani sempre così pulite; ma tu mi immergerai nella fossa, e i miei propri vestiti mi aborriranno ".

  • 2 Samuele 22:37 "Con il puro ti mostrerai puro".

  • Salmo 24: 3, 4 “Chi salirà al monte del Signore? O chi starà nella Sua

    Luogo sacro? Colui che ha mani pulite e un cuore puro. "

  • Proverbi 16: 6 "Per misericordia e verità l'iniquità viene eliminata"

  • Proverbi 20: 9 "Chi può dire, ho reso il mio cuore puro, sono puro dal mio peccato?"

  • Isaia 4: 4 "Quando il Signore avrà mondato la sporcizia delle figlie di Sion ... mediante lo Spirito di giudizio e lo Spirito di ardere ..."

  • Malachia 3: 2-5 "Ma chi può sopportare il giorno della sua venuta? ... poiché è come il fuoco di un raffinatore e come il sapone di un follatore: e siederà come un raffinatore e un purificatore d'argento: e purificherà i figli di Levi, e purificarli come oro e argento, affinché possano offrire al Signore un'offerta in rettitudine ".

  • Zaccaria 13: 1 "In quel giorno ci sarà una fonte aperta nella casa di Davide e per gli abitanti di Gerusalemme per il peccato e per l'impurità".

 

 

ULTERIORI RIFERIMENTI RIGUARDANTI LA PURIFICAZIONE INTERNA DEL CUORE DALLE SCRITTURE GRECHE

 

  • Matteo 5: 8, "Beati i puri di cuore perché vedranno Dio".

  • Giacomo 4: 8, “Purificate le vostre mani, peccatori; e purifica i tuoi cuori, raddoppi

    mente. "

  • Atti 15: 8-9, "Così Dio, che conosce il cuore, li riconobbe [i gentili della casa di Cornelio] dando loro lo Spirito Santo, proprio come fece con noi, e non fece distinzione tra noi e loro, purificando la loro cuori per fede ".

  • 1 Pietro 1:22, "Poiché avete purificato le vostre anime obbedendo alla verità mediante lo Spirito con sincero amore per i fratelli, amatevi gli uni gli altri con fervore e cuore puro".

  • Tito 2:14, "... e affinché potesse purificare per sé il suo popolo speciale, zelante per le buone opere".

  • Giovanni 3: 22-26, “Ora Giovanni stava battezzando ad Enon vicino a Salem ... e vennero e furono battezzati ... Poi sorse una disputa tra alcuni dei discepoli di Giovanni e gli ebrei sulla PURIFICAZIONE. E vennero da Giovanni e gli dissero: "Rabbino, colui che era con te oltre il Giordano ... sta battezzando e tutti vengono a lui".

  • Se uno ricorda che "purificazione" è semplicemente un sinonimo di "battesimo", può capire meglio che la purificazione del cuore era semplicemente la stessa di un battesimo del cuore interiore. Vedremo Cristo parlare di questo nella prossima tabella

 

 

CRISTO PARLA ANCHE DELLA PULIZIA INTERNA O DEL BATTESIMO DEL CUORE

 

Una raccolta da Marco 7: 1-23; Opaco. 15: 1-20; Luca 11: 37-40 e Matt. 23:25, 26 (KJV o NKJV, maggioranza greca

testo)

“Allora gli scribi ei farisei che erano di Gerusalemme andarono da Gesù dicendo: 'Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli anziani? Poiché non si LAVANO [ritualmente] le mani quando mangiano il pane? '... E quando il fariseo lo vide, si meravigliava che [Cristo] non avesse BATTEZZATO [Lett. Greco, baptizo] prima di cena ... Per i farisei e tutti gli ebrei, eccetto che BATTEZZANO [baptizo] stessi, non mangiano ... e praticano i BATTISMI [battesimo] di coppe, pentole e vasi di bronzo, e divani ... E il Signore gli disse: 'Ora voi farisei fate PULIRE l'ESTERNO della coppa e del piatto, ma la vostra PARTE INTERNA è piena di rapina e malvagità. Stolti, non Egli [Dio], che ha creato ciò che è ESTERNO, ha creato anche ciò che è INTERNO? "

In altre parole, dovevano essere LAVATI o BATTEZZATI all'interno.

"Questo popolo Mi onora con le labbra, ma il loro CUORE è lontano da Me, e invano Mi adorano, insegnando come dottrina i comandamenti degli uomini [come il battesimo rituale] ... Ciò che esce dall'uomo è ciò che lo contamina. Perché dall'INTERNO del CUORE degli uomini, procede il male ... e contamina l'uomo ... Farisei ciechi, PULISCI prima quello che è DENTRO [fatti battezzare all'interno] ... e anche l'ESTERNO sarà pulito . "

 

 

 

LA SALVEZZA NELLE SCRITTURE GRECHE DI CUI SI PARLA IN TERMINI DI LAVAGGIO INTERNO, PURIFICAZIONE O BATTESIMO

 

  • 1 Cor. 6: 9-11 “Non lasciatevi ingannare né fornicatori, né idolatri, né adulteri, né omosessuali, né sodomiti, né ladri, né avidi, né ubriaconi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. E così erano alcuni di voi. Ma tu sei stato LAVATO, ma eri SANTIFICATO, ma sei stato GIUSTIFICATO nel nome del Signore Gesù Cristo e dallo SPIRITO DEL NOSTRO DIO ".

  • Tito 3: 5 "Non per opere di giustizia che abbiamo fatto, ma secondo la sua misericordia ci ha salvati, attraverso il LAVAGGIO della rigenerazione e il RINNOVO dello SPIRITO SANTO".

  • Atti 2:38 “PENTITEVI, e lasciate che ognuno di voi sia BATTEZZATO nel nome del Signore Gesù Cristo per la REMISSIONE DEI PECCATI; e riceverai il dono dello SPIRITO SANTO ".

  • Atti 22:16 “E ora perché aspetti? Alzati e sii BATTEZZATO, e LAVA via i tuoi PECCATI, invocando il nome del Signore ".

  • 1 Cor. 12:13 "Per mezzo di uno SPIRITO siamo stati tutti BATTEZZATI in UN UNICO CORPO, sia ebrei che gentili, schiavi o liberi, e tutti siamo stati fatti bere in UN UNICO SPIRITO".

  • Gal. 3:27 “Poiché tutti voi che siete stati battezzati in Gesù Cristo, vi siete rivestiti di Cristo! Non c'è né schiavo né libero ... maschio né femmina; poiché siete tutti uno in Cristo Gesù ".

 

 

SALVEZZA PARLATA IN TERMINI DELLA CIRCONCISIONE INTERNA DEL CUORE

Dalle Scritture Ebraiche e Greche

 

  • Deut. 10:16, "... circoncidi il prepuzio del tuo cuore e non avere più il collo duro."

  • Deut. 30: 6, “E l'Eterno, il tuo Dio, circonciderà il tuo cuore e il tuo cuore

    discendenti, per amare il Signore tuo Dio ".

  • Lev. 26:41, "... se i loro cuori incirconcisi sono umiliati e accettano la loro colpa".

  • Jer. 4: 4, "Circoncidetevi al SIGNORE e togliete il prepuzio dei vostri cuori ..."

  • Jer. 9:26, "... e tutta la casa d'Israele è incirconcisa di cuore".

  • Atti 7:51, "Hai il collo duro e non circonciso nel cuore e nelle orecchie!"

  • Rom. 2: 28-29, “Poiché non è un Giudeo che è uno esteriormente, né la circoncisione è ciò che è esteriore nella carne; ma è un ebreo che è uno interiormente: e la circoncisione è quella del cuore, nello Spirito, e non la lettera ... "

  • Col. 2:11, 12, "In lui anche voi foste circoncisi con la circoncisione fatta senza mani, rimuovendo il corpo dei peccati della carne mediante la circoncisione di Cristo, seppellito con Lui nel battesimo, nel quale foste anche voi risuscitato con lui attraverso la fede nell'operato di Dio, che lo ha risuscitato dai morti ".

 

 

ISTANZE DI SALVEZZA PARLATE DAL SIGNORE

 

Come potremo scampare se trascuriamo una così grande salvezza che ebbe il suo inizio quando fu pronunciata dal Signore? " Ebrei 2: 3

  • Il ladro sulla croce. Luca 23: 42-43 “E disse a Gesù: 'Signore, ricordati di me quando verrai nel tuo regno'. E Gesù gli disse: "In verità ti dico, oggi sarai con me in paradiso" ".

  • La prostituta a un banchetto. Luca 7: 36-50 “Ed Egli le disse: 'I tuoi peccati sono perdonati, la tua fede ti ha salvato; vai in pace'."

  • Il paralitico è calato dal tetto. Marco 2: 1-12 "Quando Gesù vide la loro fede, disse ai malati di paralisi:" Figlio, i tuoi peccati ti sono perdonati "."

  • Zaccheo il pubblicano. Luca 19: 1-10 "Questo giorno è venuta la salvezza in questa casa ... Poiché il Figlio dell'uomo è venuto per cercare e salvare ciò che è perduto".

  • Donna al pozzo e tanti samaritani. Giovanni 4: 1-42 “Molti dei Samaritani di quella città credettero in Lui, e molti di più credettero a motivo della Sua stessa parola. . . e [noi] sappiamo che questo è il Salvatore del mondo ".

  • Publican nel tempio. Luca 18: 9-14 “E il pubblicano, stando lontano, non alzava nemmeno gli occhi al cielo, ma si batteva il petto, dicendo: 'Dio abbi pietà di me peccatore'. Te lo dico, quest'uomo è andato a casa sua giustificato. "

 

SALVEZZA IN CRISTO Di cui si parla in molti modi

  • "CREDERE in Lui", Giovanni 3:14, 15, 16, 18 e 36, ecc. "... che chiunque crede in Lui non muoia ma abbia vita eterna".

  • "RICEVILO", Giovanni 1:12, "Ma a quanti Lo hanno ricevuto, ha dato loro il diritto di diventare figli di Dio ..."

  • “VIENI” a Lui, Matt. 11:26, 29, "Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi darò riposo ... troverete riposo per le vostre anime".

  • "RINASCI DI NUOVO", Giovanni 3: 3, 6, 8, "... a meno che uno non nasca di nuovo non può vedere il Regno di Dio ... Colui che è nato dallo Spirito è spirito".

  • "GUARDA" Lui, Giovanni 3:14, 15, "E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così deve essere innalzato il Figlio dell'uomo ..."

  • “BEVI” di Lui, Giovanni 4:10, 14 e 7:37, 38, “Chi beve dell'acqua che io gli darò non avrà mai più sete ... Se qualcuno ha sete, venga a Me e beva ... "

  • “MANGIA questo PANE”, Giovanni 6: 50-58, “Io sono il pane vivo che è disceso dal cielo. Se un uomo mangia di questo pane, vivrà per sempre ".

  • "Mangia la mia carne e bevi il mio sangue", Giovanni 6:53, "In verità, ti dico, a meno che tu non mangi la carne del Figlio dell'uomo e beva il suo sangue, non hai vita in te ... Colui che viene a Me non avrà mai fame e chi crede in Me non avrà mai più sete (v.35) ... Le parole che ti dico sono spirito, e sono vita (v.63) ".

 

SALVEZZA IN CRISTO Di cui si parla in molti modi continua

  • “ENTRATE dalla PORTA”, Giovanni 10: 9, “Io sono la Porta. Se qualcuno entra da me, sarà salvato, entrerà ed uscirà e troverà pascolo ".

  • "APRI LA PORTA" del tuo cuore, Apocalisse 3:20, "Ecco, io sto alla porta e busso, se qualcuno sente la Mia voce e apre la porta, io verrò da lui ..."

  • Ricevi "La LUCE" di Cristo, Giovanni 8:12, "Io sono la Luce del mondo. Chi segue Me non camminerà nelle tenebre, ma avrà la Luce della Vita ".

  • Sii reso “LIBERO” da Cristo, Giovanni 8: 34-36, “Uno schiavo [del peccato] non dimora nella casa per sempre. Pertanto, se il Figlio vi rende liberi, sarete veramente liberi ".

  • Segui la “VIA”, Giovanni 14: 6, io sono la Via, la Verità e la Vita. Nessun uomo viene al Padre se non per mezzo di me. "

  • Ricevi la “VERITÀ”, Giovanni 18:37, “... sono venuto nel mondo, per rendere testimonianza alla Verità. Tutti coloro che sono della Verità ascoltano la Mia voce ".

  • Accetta la “VITA”, Giovanni 11:25, 26, “Io sono la risurrezione e la Vita. Chi crede in me, sebbene possa morire, tuttavia vivrà ... "

  • “CHIAMATELO”, Gen. 4:26; Gioele 2:32; Atti 2:21; Rom. 10:13, "Poiché chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato."

"Lettera d'amore di Dio per te" 9:58

bottom of page